Ufficio Relazioni con il Pubblico

Provincia di Verona


Funghi - autorizzazione raccolta

Cosa fare per...

Cos'è:

la raccolta dei funghi commestibili epigei è subordinata al possesso della ricevuta di versamento del relativo contributo, il cui  ammontare è stabilito dall'Ente in cui è ricompresa la zona di raccolta  (Provincia, Comunità montana ed eventuali altri enti gestori di parchi o territori appartenenti al demanio regionale).
 

A chi si rivolge:


i cittadini residenti nella provincia di Verona che abbiano interesse.
 

Cosa fare:


effettuando il relativo versamento a seconda della durata del permesso e della zona:
ZONA DI PIANURA DELLA PROVINCIA DI VERONA
Provincia di Verona - Servizio tutela faunistico ambientale – raccolta funghi
serv. tesoreria c.c.p. n. 12845376 € 5,16
 
UNIONE MONTANA DEL BALDO - GARDA
c.c.p. 15697378
tassa annuale per residenti € 15,00
tassa annuale per non residenti € 65,00
tassa mensile per non residenti € 33,00
tassa settimanale per non residenti € 13,00
tassa giornaliera per non residenti € 7,00
 
COMUNITA' MONTANA DELLA LESSINIA
c.c.p. 15704372
tassa annuale per residenti € 10,00
tassa annuale per non residenti € 50,00
tassa mensile per non residenti € 25,00
tassa settimananle per non residenti € 10,00
tassa giornaliera per non residenti € 5,00
 

Modalità di avvio:

su istanza di parte.

Bolli e costi:

come indicato nella modulistica.

Normativa:

  • legge regionale 19 agosto 1966, numero 23 e successive modifiche
  • legge regionale 31 gennaio 2012, n. 7.

Ufficio competente per l'istruttoria:

(a questo ufficio è possibile rivolgersi per infromazioni prima dell'avvio del procedimento o sul procedimento in corso)
servizio tutela faunistico-ambientale - via San Giacomo numero 25   37135 Verona
telefono 045-9288407/408 fax 045-9288431
lunedì martedì mercoledì venerdì 9.00-12.00 - giovedì 9.00-12.00 15.30-17.00
referenti: Roberto Trivellini roberto.trivellini@provincia.vr.it
pec settore: cacciapesca.provincia.vr@pecveneto.it
pec Provincia provincia.verona@cert.ip-veneto.net

 

Responsabile del procedimento:

Roberto Trivellini.
 

Termine finale.

1 giorno.

Tipo di provvedimento:

determinazione.
 

Organo competente all'emnazione del provvedimento finale:

dirigente del settore.
 

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale:

  • contro il provvedimento si può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale (entro 60 giorni dalla notifica o pubblicazione dell’atto) o al Capo dello Stato (ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza del provvedimento). I due tipi di ricorso sono tra loro alternativi

  • in caso di ritardo nell’emanazione del provvedimento, si può rivolgersi a Carlo Poli che, in qualità di titolare del potere sostitutivo, può adottare misure e provvedimenti per la conclusione dello stesso.
     

Modulistica:

istanza.
 

Avvertenze:

 
La ricevuta del versamento, accompagnata da documento d'identità in corso di validità dovranno essere esibiti a richiesta del personale addetto alla vigilanza.Per i giorni di raccolta e le quantità permesse, contattare le Comunità montane.

Data aggiornamento: 22/11/2016
 
Ultimo aggiornamento: 22/11/2016