Ufficio Relazioni con il Pubblico

Provincia di Verona


Pesca - licenza

Cosa fare per…

Cosa fare:

per esercitare la pesca nelle acque della Regione del Veneto è necessario, oltre al consenso dell'eventuale concessionario (nelle acque affidate in gestione ad associazioni di pescatori), essere in possesso di licenza di pesca rilasciata dalla Provincia di residenza.
La licenza di pesca rilasciata nelle altre regioni e nelle province autonome di Trento e Bolzano ha validità sul territorio regionale del Veneto.
 

A chi si rivolge, come fare:


Licenza di pesca dilettantistico-sportiva per adulti (età compresa tra i 18 e i 70 anni):
  • la licenza di pesca dilettantistico-sportiva (tipo B) è costituita dal bollettino di versamento della tassa di concessione regionale a favore della Regione del Veneto  in cui sono riportati i dati anagrafici del pescatore (compreso il luogo e la data di nascita) nonché la causale del versamento
  • l'importo da versare è di € 34,00
  • la ricevuta del versamento della tassa di concessione regionale ha validità dalla data di effettuazione del versamento fino alle ore 24.00 dello stesso giorno dell'anno successivo
  • oltre al bollettino di versamento il pescatore deve essere munito anche di un valido documento di identità
 
Licenza di pesca dilettantistico-sportiva per i minori  e gli  anziani che hanno compiuto il 70° anno di età:
  • i minori di anni diciotto e gli adulti che hanno compiuto il settantesimo anno di età, residenti in Veneto, possono esercitare la pesca dilettantistico-sportiva senza aver provveduto al versamento della tassa di concessione regionale purchè muniti di idoneo documento di riconoscimento
Licenza di pesca dilettantistico-sportiva per i cittadini residenti all'estero:
  • i cittadini italiani residenti all'estero possono esercitare la pesca dilettantistico-sportiva purchè muniti della ricevuta di versamento della tassa di concessione regionale con le modalità e le condizioni previste per i residenti nella provincia di Verona
Licenza di pesca di categoria “D” per stranieri:
  • i cittadini stranieri residenti all'estero possono esercitare la pesca dilettantistico-sportiva purchè muniti della ricevuta di versamento della tassa di concessione regionale a favore della Regione del Veneto per la licenza di tipo “D”, con validità di 3 mesi da esibire unitamente a un valido documento di identità
  • l'importo da versare è di € 13, 00
Licenza di pesca di categoria “A” (solo per i pescatori professionisti):
  • compilazione domanda prestampata
  • n. 1 marca da bollo da € 16,00 da applicarsi alla domanda
  • n. 1 marca da bollo da € 16,00 da allegare alla domanda
  • n. 2 foto formato tessera uguali e recenti
  • attestazione di avvenuto versamento di € 43,64 a favore della Regione del Veneto, causale “rilascio licenza di pesca categoria A”
  • solo se soci di cooperativa: dichiarazione del presidente della cooperativa di regolare iscrizione e pagamento dei contributi previdenziali
  • fotocopia del documento di identità in corso di validità
  • fotocopia (fronte retro) del codice fiscale o tesserino sanitario.
 

Modalità di avvio:

su istanza di parte.

Costi, bolli e modalità di pagamento:

gli importi sono riportati nella modulistica. Il conto corrente su cui effettuare il versamento è il n. 157305, intestato a Regione Veneto Pesca – Provincia di Verona, Tasse CC.RR. - Servizio Tesoreria.Il bollettino da utilizzare è distribuito presso il Servizio tutela faunistico ambientale  della Provincia, dai negozianti di pesca e dai Comuni che effettuano tale servizio.

 

Normativa:

 

Ufficio competente per l'istruttoria:

(a questo ufficio è possibile rivolgersi per informazioni prima dell'avvio del procedimento o sul procedimento in corso)
servizio tutela faunistico ambientale -via San Giacomo, 25 - 37135 Verona - telefono 045 9288426 - fax 0459288431
referente: Marilena Perbellini  marilena.perbellini@provincia.vr.it
orari: da lunedì a venerdì 9.00 -12.00 -giovedì pomeriggio 15.30 -17.00
cacciapesca.provincia.vr@pecveneto.it
provincia.verona@cert.ip-veneto.net.

 

Responsabile del procedimento:

Ivano Confortini
 

Termine finale.

20 giorni.
 

Tipo di provvedimento.

emissione della licenza di pesca.
 

Organo competente all'emnazione del provvedimento finale:

dirigente del servizio o suo delegato.
 

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale:

  • contro il provvedimento si può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale (entro 60 giorni dalla notifica o pubblicazione dell’atto) o al Capo dello Stato (ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza del provvedimento). I due tipi di ricorso sono tra loro alternativi

  • in caso di ritardo nell’emanazione del provvedimento, si può rivolgersi a Carlo Poli che, in qualità di titolare del potere sostitutivo, può adottare misure e provvedimenti per la conclusione dello stesso.
     

Modulistica:

istanza.
La domanda per la licenza di pesca di categoria “A” è reperibile presso il Servizio tutela faunistico ambientale , l’Ufficio relazioni con il pubblico, i Comuni e sul portale della Provincia.

 
 
Data di aggiornamento: 22/11/2016
 
Ultimo aggiornamento: 22/11/2016