Ufficio Relazioni con il Pubblico

Provincia di Verona


Occupazione temporanea suolo pubblico - autorizzazione / nulla osta

Cosa fare per... 

Cos'é.

è la richiesta di autorizzazioni e/o nulla osta per occupazione temporanea di suolo pubblico.
 

A chi si rivolge:

chiunque abbia interesse ad accupare il suolo stradale.
 

Cosa fare:

si presenta istanza, in triplice copia, in bollo,  corredata dalla documentazione indicata nella stessa.
 

Modalità di avvio:

su istanza di parte.
 

Costi:

versamento diritti di istruttoria nell'importo indicato nella modulistica ed applicazione di eventuali canoni da quantificare a cura dell'ufficio concessioni ed autorizzazioni.
 

Bollo:

marche da bollo come indicato nella modulistica.
 

Normativa e modulistica:

 

Ufficio competente per l'istruttoria:

(a questo ufficio è possibile rivolgersi per infromazioni prima dell'avvio del procedimento o sul procedimento in corso)
servizio viabilità – ufficio concessioni ed autorizzazioni - via delle Franceschine, 10   37122 Verona  fax 045/9288927
orario al pubblico: lunedì e mercoledì 9.00-12.30
referenti:
Quadrante nord est: Francesco Calabrese  telefono 045 9288956 e Alessandro Dalla Sartora telefono 045 9288954
Quadrante nord ovest - nord est: Francesco Calabrese  telefono 045 9288956
Quadrante sud ovest: Sabina Zambrenti  telefono 045 9288955
Quadrante sud Est: Alessandro Vajola  telefono 045 9288925
viabilita.provincia.vr.@pecveneto.net  (riceve solo da casella di posta certificata)
provincia.verona@cert.ip-veneto.net (riceve anche da casella di posta non certificata).

 

Responsabile del procedimento:

Massimo Da Ronco  quadrante sud-ovest
Luca Mattiello  quadrante nord-est
Alberto Marcotto  quadrante nord-ovet
Maurizio Peloso  quadrante sud-est.
 

Termine finale.

60 giorni.
 

Tipo di provvedimento:

determinazione.
 

Organo competente all'emanazione del provvedimento:

dirigente.
 

Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale:

  • contro il provvedimento si può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale (entro 60 giorni dalla notifica o pubblicazione dell’atto) o al Capo dello Stato (ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza del provvedimento). I due tipi di ricorso sono tra loro alternativi;
  • in caso di ritardo nell’emanazione del provvedimento, si può rivolgersi al dirigente Riccardo Castegini che, in qualità di titolare del potere sostitutivo, può adottare misure e provvedimenti per la conclusione dello stesso.
     

Modulistica:

istanza
 
 
data aggiornamento 07/11/2016
 
Ultimo aggiornamento: 07/11/2016