Ufficio Relazioni con il Pubblico

Provincia di Verona


Rifugio alpino - classificazione

Cosa fare per...
 

Cos'é:

è la richiesta di classificazione dei rifugi alpini - strutture ricettive ubicate in montagna, a quota non inferiore a 1.000 metri e predisposti per il ricovero, il ristoro e per il soccorso alpino che devono essere custodite e aperti al pubblico. Durante i periodi di chiusura i rifugi alpini devono avere un locale per il ricovero di fortuna, convenientemente dotato, sempre aperto e accessibile dall’esterno anche in caso d’abbondanti nevicate e durante il periodo d’apertura stagionale il servizio di ricovero deve essere in ogni caso garantito per l’intero arco della giornata.
 

A chi si rivolge:

ditte individuali, società, enti o associazioni riconosciute, enti pubblici.
 

Cosa fare:

è necessario presentare istanza di classificazione presso il SUAP del Comune dove ha sede la struttura tramite lo sportello virtuale www.impresainungiorno.gov.it , corredata della documentazione indicata.
 

Modalità di avvio:

su istanza di parte.
 

Come si svolge:

la Provincia,  a seguito di opportune verifiche, notifica entro sessanta giorni, la classificazione all’interessato e al Comune in cui è situata la struttura ricettiva. La classificazione ha durata quinquennale.
Le strutture ricettive possono avere apertura annuale o stagionale.
E’ prevista, ai soli fini statistici, comunicazione alla Provincia inerente il movimento degli ospiti.
 

Bollo:

marca da 16 euro.
 

Normativa:

  • legge regionale 4 novembre 2002, numero 33
  • legge regionale 14 giugno 2013, numero  11 e successive modifiche ed integrazioni.
 

Ufficio competente per l'istruttoria:

(a questo ufficio è possibile rivolgersi per infromazioni prima dell'avvio del procedimento o sul procedimento in corso)
servizi turistico - ricreativi
via delle Franceschine, 10 – 37122 Verona - fax 045 9288359
orario al pubblico: da lunedì al venerdì su appuntamento
referenti:
Roberto Nicolosi - telefono 045 9288306 -  roberto.nicolosi@provincia.vr.it
Barbara Fenzi - telefono 045 9288825 - barbara.fenzi@provincia.vr.it
Laura Peretti - telefono 045 92888363 - laura.peretti@provincia.vr.it

Sede di Affi - presso il Centro per l’Impiego - primo piano centro commerciale Località Canove, 1 - 37010 Affi (VR).
orario al pubblico: da lunedì a venerdì su appuntamento
referente: Sergio Marconi - telefono 045 9288113 -  sergio.marconi@provincia.vr.it.

turismo.provincia.vr.@pecveneto.it   (riceve solo da caselle di posta certificata)

provincia.verona@cert.ip-veneto.net  (riceve anche da caselle di posta non certificata)

 

Responsabile dl procedimento:

Barbara Fenzi
Laura Peretti
Sergio Marconi.

 

Termine finale:

60 giorni.
 

Tipo di provvedimento:

determinazione.
 

Organo competente all'emanazione del provvedimento:

dirigente.
 

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale:

  • contro il provvedimento si può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale (entro 60 giorni dalla notifica o pubblicazione dell’atto) o al Capo dello Stato (ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza del provvedimento). I due tipi di ricorso sono tra loro alternativi

  • in caso di ritardo nell’emanazione del provvedimento, si può rivolgersi al dirigente Luigi Oliveri che, in qualità di titolare del potere sostitutivo, può adottare misure e provvedimenti per la conclusione dello stesso.
     

Modulistica:

è scaricabile sul sito www.impresainungiorno.gov.it previa registrazione.
 
Data di aggiornamento: 07/11/2016
 
Ultimo aggiornamento: 28/12/2016