Ufficio Relazioni con il Pubblico

Provincia di Verona


Tirocinio formativo e di orientamento o di inserimento al lavoro - domanda e offerta

Cosa fare per...

Cos'è:

il tirocinio non è un contratto di lavoro ma un'esperienza lavorativa finalizzata a conoscere e sperimentare in modo concreto la realtà aziendale al fine di favorire l'occupabilità del lavoratore.
 

A chi si rivolge:

  • per i tirocini formativi e di orientamento: neo qualificati, neo diplomati, neo laureati, nedo dottorati entro e non oltre 12 mesi dal conseguimento del titolo
  • per i tirocini di reinserimento/inserimento al lavoro: disoccupati, inoccupati, disabili, soggetti in condizioni di svantaggio e categorie particolari di persone svantaggiate.
I tirocinanti devono aver assolto l'obbligo scolastico.
 

Cosa fare:

 
tramite il centro per l'impiego - incontro domanda offerta
  • l'azienda deve registrarsi sul sito www.j4u e successivamente effettuare una richiesta di preselezione o una richiesta di pubblicazione in chiaro;
  • il tirocinante deve iscriversi al centro per l'impiego dichiarando l'immediata disponibilità all'impiego, successivamente viene inserito in una banca dati di persone disponibili ad effettuare tirocini;
tramite iniziativa privata:
 
nel caso in cui l'azienda e il tirocinante siano già in contatto, una volta compilata la modulistica, fissano un appuntamento presso il centro per l'impiego competente per l'attivazione del tirocinio.
 

Normativa e modulistica:

 

Avvertenze:

La durata massima dei tirocini formativi e di orientamento e dei tirocini di inserimento al lavoro è di sei mesi, proroghe incluse. La durata minima dei tirocini formativi e di orientamento non può essere inferiore a 2 mesi.
Possono ospitare tirocini tutti i datori di lavoro pubblici o privati, i liberi professionisti e i piccoli imprenditori anche senza dipendenti con sede operativa in Veneto a condizione che siano in regola con la normativa di cui al D.lgs. 81/08 (“Testo Unico in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro”), con la normativa di cui alla L. 68/99 (“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”) e con l'applicazione dei contratti e accordi collettivi di lavoro. Inoltre il soggetto ospitante non deve avere in corso sospensioni dal lavoro o procedure di liocenziamento collettivo e, comunque, non deve aver effettuato licenziamenti collettivi negli ultimi sei mesi per mansioni equivalenti.
Possono essere ospitati contemporaneamente tirocini in relazione al numero di dipendenti a tempo indeterminato compresi gli apprendisti nei seguenti limiti numerici:
• Aziende fino a 5 dipendenti = 1 tirocinante
• Aziende con 6 – 19 dipendenti = 2 tirocinanti
• Aziende con 20 o più dipendenti = numero di tirocinanti pari al 10% dei dipendenti a tempo indeterminato.
I limiti sono raddoppiati nel caso di Cooperative sociali di tipo B.
L'azienda ospitante ha l'obbligo di corrispondere al tirocinante un'indennità minima (indennità di partecipazione) non inferiore a 400 euro lordi mensili.
Ciascun tirocinanate può svolgere un unico tirocinio presso lo stesso soggetto ospitante, indipendentemente dal profilo professionale, dal progetto formativo e della collocazione temporale del tirocinio

 

Ufficio competente:

Centri per l'impiego
lavoro.provincia.vr@pecveneto.it (riceve solo da casella di posta certificata)
provincia.verona@cert.ip-veneto.net (riceve anche da casella di posta non certificata).

 

Modulistica:

La modulistica è disponibile presso l’ufficio stage della Provincia di Verona, presso i centri per l’impiego, presso l'Ufficio Relazioni con Pubblico  e sul sito internet all’indirizzo:

 
data aggiornamento 07/11/2016
Ultimo aggiornamento: 07/11/2016