Ufficio Relazioni con il Pubblico

Provincia di Verona


Esercizio venatorio - abilitazione

Cosa fare per...

Cos'è:

il certificato di abilitazione all’esercizio venatorio risulta necessario per il rilascio del porto di fucile da parte della Questura, per uso caccia . Il certificato è rilasciato dalla Provincia di Verona a seguito del superamento di un esame svolto da un’apposita commissione provinciale e organizzato dal servizio tutela faunistico ambientale.
 

A chi si rivolge:

chiunque, maggiorenne, sia interessato ad ottenere l'abilitazione venatoria
 

Cosa fare:

si inoltra l'istanza, in bollo, per essere ammesso a sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio venatorio. Le sessioni d’esame sono due all’anno, una primaverile e una autunnale, e vengono pubblicizzate mediante pubblicazione dell’avviso sul sito www.provincia.vr.it ed inoltro a tutte le sezioni provinciali delle associazioni venatorie.
Alla domanda si allega:
  • fotocopia di un documento d’identità in corso di validità
  • 2 marche da bollo € 16,00
  • certificato medico rilasciato dall’azienda sanitaria locale di residenza o da un ufficiale medico militare attestante l’idoneita’ psicofisica all’uso di armi da caccia
  • copia foglio di congedo militare/dichiarazione del comando militare presso il quale si sono effettuate le prove di tiro, o certificato di abilitazione al maneggio delle armi, rilasciato dal tiro a segno nazionale
  • attestazione del versamento di € 40,00 sul conto corrente postale numero 19360379 intestato a “Amministrazione Provincia Verona – rimborso spese amministrative”.
     

Modalità di avvio:

su istanza di parte.
 

Costi e bollo:

2 marche da abollo da 16 euro;  versamento di 40,00 euro.

Normativa:

  • legge regionale 9 dicembre 1993, numero 50, , articolo 15 e allegato A.
     

Ufficio competente per l'istruttoria:

(a questo ufficio è possibile rivolgersi per infromazioni prima dell'avvio del procedimento o sul procedimento in corso)
servizio tutela faunistico ambientale - via San Giacomo numero 25 – 37135 Verona
telefono 045 9288410 fax 045 9288431
lunedì martedì mercoledì venerdì 9.00-12.00
giovedì 9.00-12.00 15.30-17.00
referenti : Roberto Trivellini roberto.trivellini@provincia.vr.it
cacciapesca.provincia.vr@pecveneto.it (riceve solo da casella di posta certificata)
provincia.verona@cert.ip-veneto.net (riceve anche da casella diposta non certificata).

 

Responsabile del procedimento:

Roberto Trivellini
 

Termine finale:

30 giorni.
 

Tipo di provvedimento:

determinazione.
 

Organano competente all'emanazione del provvedimento:

dirigente.
 

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale:

  • contro il provvedimento si può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale (entro 60 giorni dalla notifica o pubblicazione dell’atto) o al Capo dello Stato (ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza del provvedimento). I due tipi di ricorso sono tra loro alternativi;
  • in caso di ritardo nell’emanazione del provvedimento, si può rivolgersi al dirigente Carlo Poli  che, in qualità di titolare del potere sostitutivo, può adottare misure e provvedimenti per la conclusione dello stesso.
     

Modulistica:

l'istanza
 
data aggiornamento 22/11/2016
 
Ultimo aggiornamento: 22/11/2016